“La sorella di Freud” di Gore Smilevski

Un libro bellissimo. Ultimamente mi è capitato di rado di terminare un libro e dire: bellissimo. Eppure, fortunatamente, questo libro lo è.

Siamo a Vienna poco dopo l’ Anschluss e Freud riesce a scappare dall’Austria ma nello scegliere chi portare con sé sceglie di non portare le sue quattro anziane sorelle e noi le vediamo lì, queste vecchiette, oltre che deportate prima in un lager poi in un altro dove troveranno la morte, abbandonate dal loro fratello. Da qui, Alfonsine comincia a rievocare la sua vita ove il dolore e l’amore sono sempre stati presenti, dove suo fratello Sigmund è stato anch’egli sempre presente e che rappresenta un pò il suo altre-ego: lei sempre strattonata dalla madre, il fratello posto fin da subito un piano più su rispetto a tutti.

In questo romanzo ambientato in una Vienna che è al massimo del suo splendore, la stessa che Musil ha descritto ne “L’uomo senza qualità” (molte tematiche sono le stesse), noi seguiamo la storia di Alfonsine, quella che nonostante abbia capito l’egoismo, l’assoluto egocentrismo del fratello gli sarà sempre legata tanto che egli sarà sempre per lei un punto di riferimento. Ma questo non è solo una storia di fratelli e sorelle, è soprattutto la storia di una donna di fine ‘800 inizio ‘900 che cerca di trovare un suo posto nel mondo, nel suo piccolo mondo, è un romanzo di affetti negati e di amori dati con tutta l’anima a chi non li sa o non può cogliere. Il tutto narrato con dialoghi mai banali, con riflessioni interessanti spunto di altre riflessioni, veramente una finestra sulla cultura del tempo, un racconto che non è mai un luogo comune e dove noi si ha mai l’impressione di un déja-lu.

Sembra che siano in trattativa per i diritti cinematografici e se la cosa andrà in porto sarà di certo (almeno lo spero) un bellissimo film ma permettetemi di consigliarvi vivamente di leggerlo questo libro, perché capita alle volte che alcune emozioni che la narrazione da non possano essere rappresentate in immagini.

 “La sorella di Freud” di Gore Smilevski, Guanda editore

Annunci