“Maledetti Toscani” di Curzio Malaparte

Tempo fa un amico belga mi aveva raccontato una barzelletta su i francesi: “Cosa fa un francese quando ha deciso di suicidarsi? Spara dieci centimetri oltre la tempia. Perché? Per uccidere il suo senso di superiorità.”

Non me ne vorranno gli amici toscani, come io non ne volli all’amico belga, ma questa barzelletta in seguito alla lettura di questo libro, mi sembra sia tranquillamente estensibile a loro.

Malaparte è autore noto anche per le sue boutâdes, ignoro come all’epoca fu accolto questo libro ma letto oggi a me è risultato noioso, ripetitivo e a parte che i toscani sono meglio di tutti e che meglio dei toscani può essere trovato solo facendo paragoni tra i vari tipi di toscani, c’è poco altro da dire. Certo, si cerca di fare dell’ironia ma è francamente troppo “Toscani überalles”. Meno male che è ricordato per ben altri lavori!

Annunci