“Lezioni di Politica Sociale” di Luigi Einaudi

Ah! Avessi letto questo libro prima dell’esame di Politica Economica quanto m’avrebbe giovato!

Luigi Einaudi, grande economista di fede liberale, primo Presidente della Repubblica Italiana, scrisse questi saggi in Svizzera ed in essi delinea alcuni principi base dell’economia quale oggi la conosciamo (quindi di impianto capitalista) e alcune sue convinzioni di come uno Stato debba intervenire al fine di garantire la sua crescita e la ripartizione dei profitti tra coloro i quali hanno contribuito, ognuno secondo le proprie capacità, alla crescita del benessere. Questo per somme linee il contenuto delle pagine e forse i non interessati alla materia mai ne leggeranno una riga ma sarebbe un errore per vari motivi. Innanzitutto è scritto in prosa gradevolissima e farcito di esempi che permettono a tutti coloro i quali hanno un seppur minimo contatto con la società di comprendere gli argomenti che vengono di volta in volta trattati; in secondo luogo molti dei dati e delle riflessioni riportati da Einaudi sono validissimi ancora oggi e stupisce la sua preveggenza a riguardo per esempio della decrescita della popolazione e del bisogno di garantire uno spazio vitale adeguato allo sviluppo oltre che della società dell’individuo. Spiace per alcune considerazioni di certo maschiliste a riguardo del ruolo della donna nella società ma come dire, è una pecca che attribuiamo allo spirito dei tempi in cui queste lezioni furono scritte (inizio anni ’40).

Annunci