“Le montagne dei Paesi Bassi” di Cees Nooteboom

Secondo libro che leggo di questo autore e, per la seconda volta, ne rimango profondamente affascinata. Ebbene, tra le pagine di questo romanzo si cela in verità una fiaba; già il titolo impone al lettore di chiedersi “dove” si svolge la narrazione. Protagonisti di questa fiaba sono due giovani bellissimi, simbolo della perfezione, che si amano e che dovranno fare i conti con ciò che si pone al loro opposto, la bruttezza e il caos. Ma quando si parla di Nooteboom ha poco conto parlare della storia perché ciò che più marca l’immaginario del lettore sono i mille interrogativi che l’autore pone, gli spunti di riflessione, suggerimenti per approfondire alcune tematiche…. Insomma, è come ascoltare la lezione di una persona molto colta che rende accessibile a tutti il suo sapere ed è per questo forse, che il lettore di romanzi “puro”, colui che in un libro cerca per lo più una storia le cui coordinate spazio-temporali siano ben marcate, che di Nooteboom non sa che pensarne esattamente.

Annunci