“No logo” di Naomi Klein

Letto con molti anni di ritardo e cioè qualche giorno fa. Molti sapranno di cosa tratta questo libro ma per chi non lo sa è da dire che è, nonostante forse oggi molte delle cose che racconta siano metabolizzate dall’opinione pubblica, una finestra aperta su come operano le multinazionali, principalmente in America.

Non sto a raccontarvi cosa fanno e non fanno Adidas, Nike, McDonald’s e simili perché un riassunto non renderebbe giustizia al lavoro di ricerca fatto dalla Klein ma posso confermare che è un libro che va assolutamente letto per capire il momento di svolta che ha portato alla nascita dei fenomeni no-global e soprattutto è possibile poi, attraverso i fatti che riporta, ricostruire con le notizie che già abbiamo come si sia giunti alla grande crisi del 2008 che ha coinvolto tutti noi e che ancora insiste. “No-logo” non è solo un libro per gente del mestiere, chiunque afferri i concetti esposti nei primi capitoli può seguire il discorso della Klein e riflettere sulla realtà che ci circonda e sul futuro che ci attende o che noi possiamo sviluppare.

Annunci